Io sono Valeria, originaria di Umbertide attualmente risiedo a Perugia.

La mia passione per la ceramica è nata abbastanza casualmente e, comunque, non avrei mai immaginato potesse trasformarsi in una attività professionale.
Nel percorso che mi ha portata sin qui hanno, indubbiamente, giocato un ruolo chiave alcune vicende personali ed in particolare alcuni incontri.

Ricordo che da bambina ero un’acuta osservatrice di ciò che mi circondava e passavo interi pomeriggi a disegnare figure, protagoniste di storie che trasformavo in vignette. Col tempo ho iniziato a ritrarre personaggi dei cartoni animati e fumetti, e cercavo di ritrarli il più possibile somiglianti all’originale, nelle proporzioni, nei colori , e nei minimi dettagli.

Ho conseguito una laurea magistrale in Storia dell’Arte presso l’Università di Perugia e frequentando, nel contempo, corsi privati di Disegno dal vero e di Pittura ad olio, ho avuto l’opportunità di trasformare la mia formazione classica e teorica in arte applicata.

Nel 2007 mio padre, grande amante dell’arte e di tutto quello che il genio umano ha saputo creare, mi fece conoscere

un maestro di Deruta, molto apprezzato per l’estrema perizia e delicatezza nel dipingere la maiolica. Fu così che fece ingresso nella mia vita artistica il grande Romano Ranieri, uomo del “Rinascimento” e non solo nell’aspetto, che mi ha saputo trasmettere la sua immensa passione per l’arte ceramica. È frequentando la Scuola intestata al suo nome, sotto la sua paterna e autorevole guida e quella dei suoi collaboratori, che fui iniziata all’ arte ceramica.

Altro incontro fondamentale è stato quello con Claudia Andreani, ceramista da molto più tempo di me, che, sin dall’inizio, mi ha messo a disposizione il suo laboratorio per cimentarmi in quest’arte. Il caso volle che nella mia città si tenesse un laboratorio Interculturale di Ceramica Raku guidato da Claudia e che mio padre, che da sempre si occupa di politiche per l’integrazione degli immigrati, quasi mi ‘costringesse’(e non lo dico a caso, tanta fu la sua insistenza) ad “Andare a dare almeno un’occhiata!” Da quel giorno Claudia è diventata per me un punto di riferimento fondamentale, oltre che una carissima amica.

Lavoro prevalentemente su ordinazione, creando pezzi unici e personalizzati su richiesta del cliente. Posso spaziare dalla ceramica al disegno a matita, tele ad olio (ho prodotto una serie dedicata ai protagonisti del Jazz mondiale in bianco e nero) e dipinti ad acrilico.

Amo l’oggettistica, ma ho prodotto molte opere di grandi dimensioni per arredo d’interni, come tavoli e pannelli decorativi da parete. Mi è capitato di prendere ispirazione dall’Art Nouveau (con i suoi magnifici e sinuosi decori ornamentali e le sue altere ed eleganti figure femminili); da giganti del ‘900 come Picasso e Burri, ma anche da maestri del fumetto come Milo Manara, Hugo Pratt, Crepax. Traendo spunto da tali soggetti, ho realizzato piatti, tavoli da esterno, grandi mosaici in ceramica ed oggetti di uso comune, come tazzine da caffè, zuccheriere, portagioie. Per decorare uso tecniche varie quali maiolica, ingobbio, cuerda seca e colori a terzo fuoco.

Mi piace collaborare con designer d’interni ed architetti per ideare insieme oggetti d’arredo, inserti ceramici, pezzi unici destinati ad arricchire case dotate di spiccata personalità.